mercoledì 19 maggio 2010

BeRuby paga davvero!


Oggi voglio presentarvi BeRuby, un sito italiano che vi paga per navigare, infatti navigando attraverso beruby potrete guadagnare denaro che vi verrà accreditato nel vostro conto Paypal. Inizialmente ero scettica, ho provato diversi siti che promettono guadagni, però mi sono subito resa conto che con beruby si guadagna davvero.

Vi spiego meglio come funziona:

La prima cosa da fare è registrarsi, la registrazione è gratuita naturalmente!!! Per poterlo fare cliccate qui
Una volta registrati potrete iniziare a guadagnare visitando i siti famosi che troverete nell'area inserzionisti tra i quali c'è anche facebook, ogni giorno quando visiterete facebook aprendolo attraverso beruby guadagnerete (se lo aprirete senza collegarvi prima a beruby no). Poi ci sono altri siti che vi pagheranno se vi iscrivete, per esempio ho trovato il sito di bottega verde e mi ci sono iscritta, i guadagni per le iscrizioni sono più alti di quelli per le visite, ma vale la pena fare entrambe le cose. Poi ci sono siti che invece ci permettono di guadagnare se acquistiamo dei prodotti o dei servizi.

Consiglio anche di invitare i propri amici per poter guadagnare di più attraverso questo fantastico sito! Se avete domande o chiarimenti io sono a disposizione! ^_^

venerdì 7 maggio 2010

Come tagliare le spese!


Ecco alcuni consigli preziosi per risparmiare un pò sugli acquisti, sul conto corrente, sul cibo e sugli svaghi.


GLI ACQUISTI
I negozi on line se ben allestiti ci permettono di trovare gli stessi prodotti spesso con buone offerte. Soprattutto se le spese di spedizione sono a carico del negoziante (il che solitamente accade per gli ordini consistenti).
Una rapida ricerca sul web vi indicherà chi ha le migliori offerte promozionali.
Se avete dei bambini l'acquisto di prodotti formato famiglia o addirittura all'ingrosso contribuisce a un notevole risparmio.
Usare prodotti freeware per quanto riguarda il software del proprio pc, permette di risparmiare notevolmente, e si tratta di programmi comunque validi.
Un buon risparmio si ottiene anche non acquistando prodotti comuni griffati da grandi marchi. La carta d'alluminio, le medicine - di cui sono in commercio le versioni generiche -, la carta igienica, alcuni detersivi non meritano un marchio famoso che ne assicuri la qualità. Sono prodotti di uso comune e quelli griffati includono nel prezzo anche le campagne pubblicitarie.

DIVERTIMENTO
Anziché andare al cinema, affittate un dvd e fatevi i popcorn in casa. Risparmierete almeno 5 euro. Se poi riuscite a scaricare o affittare un film – legalmente – dalla rete, il risparmio sarà ancora maggiore.
Invitate gli amici a casa e comprate gli alcolici al supermercato invece di andare a sperperare soldi in bar, enoteche, pub o discoteche. In base alle vostre abitudini alcoliche il risparmio potrebbe essere davvero notevole.
Prendete il libri in biblioteca, esse permettono di risparmiare, oltre a tanti soldi, anche molto spazio sugli scaffali della vostra libreria.

IN CASA
Niente più linea telefonica fissa e contratto telefonico, così potrete eliminate tutti i canoni. Se non li usate o non li sfruttate a pieno, disdite tutti i pacchetti premium o controllate che non ci siano offerte migliori, stessa cosa con Adsl e telefonia mobile
Pianificate i vostri spostamenti. Anziché andare oggi dal droghiere, domani al supermercato e dopodomani chissà dove. Organizzatevi in modo da raggruppare le commissioni in un solo tragitto. Si risparmia tempo e costo dei trasporti.
Ridurre i consumi energetici. I modi sono molti, a partire dall'abolire lo stand-by dei vostri dispositivi elettronici. Almeno di notte, quando dormite, spegnete del tutto pc, stereo, tv e quant'altro. E togliete i caricabatteria dalle prese.

IN BANCA
Non lasciate che la vostra carta di credito vada in rosso. Usate i risparmi per ripianare i debiti.
Leggete con attenzione le comunicazioni della vostra banca, potrete così trovare eventuali errori o constatare se ci sono conti correnti più convenienti e potrete cambiare conto se non fa più al caso vostro.
Non prelevate i soldi con il bancomat da sportelli che non sono convenzionati con la vostra banca, in tal caso pagherete una commissione inutile.

A TAVOLA
Mangiate a casa, se non siete un disastro ai fornelli pagherete molto meno e mangerete pure meglio. Pizza e birra costano in media 10 euro, con gli stessi soldi in casa vi cucinate una bistecca o un trancio di tonno fresco e un'insalata. Se poi vi fate la pizza da soli spenderete 9 euro in meno.
Niente cibi precotti e di rosticceria. Anche in questo caso, spendendo un po' più di tempo, risparmierete molti soldi.
Stop alle bibite gasate. Sostituire le bevande gasate con acqua minerale. Un risparmio notevole anche per la salute.
Niente piatti di carta. Né tovaglioli, posate, bicchieri di plastica. Usate vettovaglie lavabili e lavatele a mano: la lavastoviglie consuma.

IN UFFICIO
Se siete giovani e single allora non vi serve l'assicurazione sulla vita.
Portatevi il cibo da casa invece di andare al bar per la pausa pranzo.
Il caffè vi serve per non addormentarvi in ufficio, ma se riusciste a farne a meno risparmierete dai 3 ai 5 euro in media al giorno. Al limite fatevelo a casa e portatelo in un thermos.
Evitate i distributori automatici perchè anche le spesucce come lo snack, possono incidere sul bilancio mensile. Fateci attenzione.

EFFETTI PERSONALI
Smettete di fumare, il risparmio economico è, soprattutto per i fumatori incalliti, enorme. Fino a 10 euro al giorno.
Se avete abbonamenti in palestra che non utilizzano disditeli. E poi a cosa vi serve andare in palestra quando potete correre nei parchi e fare esercizio a casa vostra?
Infine si può risparmiare anche sul barbiere. Barba e capelli lunghi, oppure provvedete a farveli in casa con rasoi e macchinette tagliacapelli.

giovedì 6 maggio 2010

Braccia snelle


Come ottenere delle braccia snelle e toniche? Per ottenere dei risultati e quindi riuscire a far dimagrire le braccia è necessario abbinare dieta e sport.
Alcune persone infatti hanno la tendenza ad ingrassare gli arti o la parte alta del corpo. Delle braccia cicciottelle non piacciono a nessuno, soprattutto alle donne, che amano portare vestiti senza maniche, top e abiti con spalline sottili.
Inoltre le braccia toniche e sottili danno eleganza a tutto il corpo.

Per prima cosa è essenziale fare attenzione al peso: chi è leggermente sovrappeso avrà facilmente la parte alta delle braccia un po’ più grossa e magari flaccida se il muscolo non è sviluppato. E' molto importante anche bere molta acqua, che pulisce l’organismo dalle tossine e riduce la formazione di cellulite la quale si forma facilmente anche sulle braccia.
Per dimagrire velocemente le braccia bisogna poi seguire una dieta ipocalorica ben bilanciata, quindi con il giusto equilibrio di pane (preferibilmente integrale), pasta (con sughi a base di verdure), verdure, frutta, pochi formaggi e uova. Da evitare cibi grassi, dolci, merendine e snack.
Non bisogna assolutamente saltare i pasti e fare inutili diete lampo che non fanno altro che debilitare il fisico e rovinare il metabolismo, facendo perdere più liquidi e muscoli che grasso.

Inoltre se si abbina la dieta ad un’attività sportiva, è necessario carburare il corpo con la giusta dose di carboidrati e proteine, che poi dovranno essere bruciati durante l’attività fisica.
Per quanto riguarda lo sport è molto consigliabile tonificare i muscoli delle braccia per mezzo delle camminate a passo veloce e della corsa che oltre a far bruciare i grassi, azionano le braccia con un movimento che sul lungo periodo tonifica e rassoda i muscoli, senza però ingrossarli.
Anche il nuoto ha un’azione tonificante e rassodante, ma se fatto in maniera troppo intensa, invece di dimagrire le braccia snellendole, le rende più voluminose perché si ingrossano i muscoli. Comunque è più bello il braccio muscoloso di una nuotatrice rispetto ad uno un po’ flaccido e grassottello!
Anche in palestra ci sono vari tipi di esercizio volti a dimagrire le braccia. Per chi non ha la possibilità di camminare o correre all’aperto sono disponibili dei programmi di camminata veloce o corsa su tapis-roulant, in cui l’istruttore insegnerà il corretto movimento per dimagrire proprio le braccia.
Inoltre sempre in palestra è possibile eseguire vari esercizi con i manubri o con altri strumenti.
Sul lungo periodo il grasso delle braccia verrà sostituito con il tono muscolare.

fonti: http://www.dimagrirevelocemente.com/consigli/come-dimagrire-braccia.html

La dieta del minestrone

La dieta del minestrone è ideale per chi deve perdere almeno 7/8 Kg

E' una delle diete più richieste e di successo. Perché è efficace, veloce, facile da seguire e, grazie al programma di mantenimento, consente di conservare i risultati
ottenuti con la dieta.La perdita di peso è determinata dalla limitazione qualitativa, non quantitativa, degli alimenti.Prevede una riduzione, e in alcuni giorni addirittura l'eliminazione, dei grassi e dei carboidrati (pane, pasta, riso), fonti di energia per l'organismo, che è così costretto ad attingerla dai grassi di deposito.

Calorie: non vanno calcolate
Quanto si perde: 5 chili
Durata: 7 giorni, ripetibili
A chi' è adatta: a chi deve perdere almeno 7/8 Kg



INIZIARE LA DIETA NEL WEEK END
I primo giorni della dieta sono i più difficili e importanti.In questi giorni, infatti, si consumano solamente frutta e verdura per depurare l'organismo ed eliminare le tossine che potrebbero ostacolare il dimagrimento.
L'azione disintossicante può provocare fastidi più o meno intensi: mal di testa, dolori alla schiena e alle articolazioni, diuresi abbondante e, talora, frequenti evacuazioni sono solamente i sintomi della disintossicazione in atto. Per evitare che ciò crei problemi è consigliabile iniziare la dieta durante il week end, un periodo generalmente libero dagli impegni.
Per contrastare gli eventuali attacchi di fame si può, Il minestrone può essere mangiato in quantità libera e in qualsiasi momento della giornata, per contrastare gli eventuali attacchi di fame .Il quinto e il sesto giorno della dieta è importante bere almeno un litro e mezzo-2 litri di acqua dato che in quei giorni c'è un elevato consumo di proteine e grassi animali, sostanze cbe potrebbero provocare un accumulo di tossine.

COME OTTENERE I MASSIMI RISULTATI
Affinchè la dieta sia efficace e svolga appieno la sua azione disintossicante e dimagrante deve esser seguita per almeno 7 giorni di seguito, seguirla per meno giorni sarebbe inutile.
Per verificare i risultati ottenuti è opportuno controllare il peso la mattina del quarto (si deve essere scesi di 2-3 kg) e quella dell'ottavo giorno.Alla fine della dieta si deve essere scesi di almeno 5 kg. Se al quarto giorno il dimagrimento è superiore ai 2-3 kg è necessario modificare in parte lo schema, arricchendo la colazione con 3-4 fette biscottate integrali e il pranzo con 120-140 g di pasta o riso integrali.
Se si presentano episodi di stitichezza si può fare ricorso alla crusca (3-4 cucchiai o compresse al giorno).
In caso di gonfiore addominale si possono invece assumere fermenti lattici vivi.

IL PROGRAMMA
La dieta va seguita per 7 giorni se si vuole godere di tutti i benefici (azione dimagrante, disintossicante, riequilibrante di grassi e zuccheri nel sangue).
• Può essere ripetuta per 2-3 settimane consecutive, attenendosi però ogni volta scrupolosamente alla successione proposta dal primo al settimo giorno
E' possibile anche ripeterla più volte nel corso dell'anno, ma lasciando trascorrere almeno 3 mesi dal termine del programma di mantenimento.
• Per rendere lo schema più vario vengono proposte numerose varianti. Si può,
naturalmente, seguirne solo alcune o tutte. E' fondamentale, però, che la variante prenda il posto solo degli alimenti per i quali è indicata come sostituire e non di altri.
• Nei casi in cui lo schema alimentare non presenti alcuna indicazione relativa alle quantità dei cibi, questi ultimi possono essere consumati senza alcun limite.
• Quando invece vengono segnalate le dosi è necessario rispettarle scrupolosamente.
• le quantità segnalate si riferiscono all'alimento crudo: il peso va quindi controllato prima della cottura.

PRIMO GIORNO
Colazione: caffè o tè; mele e pere
Spuntino: succo di frutta non zuccherato
Pranzo: minestrone; mele
Merenda: succo di frutta non zuccherato
Cena: minestrone; pere
Variante: le mele e le pere previste possono essere sostituite da frutta a scelta (escluse uva e banane) che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti.

SECONDO GIORNO
Colazione: caffè
Spuntino: tè
Pranzo: minestrone; bietole e cicoria o indivia e broccoletti cotti oppure radicchioverde
Merenda: tè o caffè
Cena: minestrone; 200 g di patate lesse con 10 g di burro
Variante: le patate con il burro possono essere sostituite da 350 a di funghi cucinati con 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva

TERZO GIORNO
Colazione: tè o caffè; pere e ananas
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: minestrone; carote e carciofi crudi o cotti
Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: minestrone; peperoni, melanzane e zucchine alla griglia
Variante: le pere e l'ananas della colazione possono essere sostituite da frutta a scelta (escluse uva e banane), che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti

QUARTO GIORNO
Colazione: cappuccino preparato con 200 ml di latte scremato; banane
Spuntino: tè o caffè
Pranzo: 200 g di yogurt magro; una banana
Merenda: tè
Cena: minestrone; un frappé preparato con 200 ml di latte e una banana
Variante: i 200 9 di yogurt del pranzo possono essere sostituiti da 150 g di ricotta o da 120 g di mozzarella o di gorgonzola o di caciotta

QUINTO GIORNO
Bere 1,5-2 litri di acqua oligominerale
Colazione: caffè
Spuntino: tè
Pranzo: 300 g di pesce al vapore (merluzzo, sogliola, nasello); pomodori
Merenda: tè
Cena: minestrone; 200 g di pesce alla griglia (orata, spigola, rombo)
Varianti: a pranzo i 300 g di pesce alla griglia possono essere sostituiti da 300 g di calamari o seppie alla griglia; a cena i 300 g di pesce alla griglia si possono sostituire con 150 g di tonno al naturale o con 100 g di salmone affumicato

SESTO GIORNO
Colazione: caffè
Spuntino: tè
Pranzo: una o 2 bistecche di vitellone o manzo alla griglia; zucchine e finocchi al vapore
Merenda: tè
Cena: minestrone; 300-400 g di pollo arrosto senza pelle
Variante: a cena al posto del pollo arrosto si possono mangiare 250 g di tacchino arrosto

SETTIMO GIORNO
Colazione: caffè
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: 150 g di riso integrale con verdure a piacere; asparagi, cipolle e carote al vapore
Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: minestrone; barbabietole e cetrioli
Varianti: a colazione si possono aggiungere 2 fette biscottate integrali con 2 cucchiaini di marmellata senza

IL MINESTRONE VERSIONE INVERNALE
il minestrone costituisce la pietanza base della dieta.E' importante, però, che sia preparato esclusivamente con gli ingredienti e le varianti previsti nella ricetta riportata qui sotto che prevede ortaggi reperibili in inverno.

Va precisato che è possibile apportare sia tutte sia soltanto alcune delle varianti proposte. E' importante però rispettare le indicazioni: il nuovo ingrediente può sostituire solo quello a cui si riferisce non altri. Così, per intenderci, gli spinaci possono essere inseriti solamente al posto elle rape e non, ad esempio,
delle cipolle o dei porri.

INGREDIENTI E SOSTITUZIONI:
6 porri (oppure 6 cipolle); un cavolo verza grande (può essere sostituito da un broccolo verde); 4-5 rape bianche (possono essere sostituite da 500 g di sedano intero (può essere sostituito da un finocchio intero); uno o 2 barattoli di pomodori pelati in base al gusto (i pelati possono essere aboliti); dado vegetale; spezie e aromi vari a piacere.

PREPARAZIONE:
tagliare le verdure inpezzi piccoli; metterle in una pentola con il dado vegetale e coprire con acqua; aggiungere un po' di sale; portarea ebollizione e lasciare sul fuoco per I minuti a fiamma alta, quindi abbassare la fiamma e far cuocere lentamente per il tempo desiderato.

MANTENIMENTO

La dieta di mantenimento conserva lo stessa struttura della dieta del minestrone, alla quale va fatta seguire per non riacquistore i chili persi.
Non presenta controindicazioni, e può essere seguita senza problemi anche per più di un mese.
E' divisa in tre fasi.
La prima fase è caratterizzata da un abbondante consumo di frutta e verdura e pochi carboidrati.
La seconda fase è contraddistinta dall'assunzione di una maggiore quantità di proteine.
Nella terza fase tornano in quantità elevata i carboidrati.

Il minestrone ha un ruolo importante anche in questo schema alimentare. Tranne il primo giorno, in cui è previsto sia a pranzo sia a cena, e l'ultimo giorno, in cui non è presente, il minestrone va mangiato almeno una volta al dì. Così è possibile godere delle sue proprietà disintossicanti e stimolanti per lo smaltimento dei grassi.

Dal quanrto al sesto giorno è opportuno introdurre un litro-un litro e mezzo di acqua al giorno, a causa dell'elevato consumo di proteine di origine animale. L'abbondante assunzione di liquidi impedisce l'accumulo di tossine.

Non si possono consumare alcolici; bibite gassate, anche dietetiche; burro e margarina; maionese, ketchup e altre salse.

Nei primi giorni è vietato l'uso di qualsiasi grasso per condire. Dal quarto giorno in poi si possono utilizzare 2 cucchiaini al giorno di olio extravergine di oliva.

Per dare più gusto ai piatti si può usare il dado vegetale.
Il sale può essere usato con moderazione (uno-due cucchiaini al giorno), mentre sono libere le quantità di spezie e aromi.

Per dolcificare si può usare il fruttosio.

AVVERTENZE:
Per rendere la dieta più efficace è consigliabile abbinare una moderata attività fisica: corsa leggera, bicicletta, nuoto (almeno 3 volte alla settimana) oppure una passeggiata di 30 minuti (tutti i giorni).
In caso di stitichezza si può fare uso di crusca (3-4 compresse o cucchiaini al giorno).
Se all'inizio della dieta di mantenimento si registrasse un lieve aumento o una diminuzione del peso (uno-2 chilogrammi) non bisogna allarmarsi: è il segnale di un adattamento dell'organismo al nuovo tipo di alimentazione.
Il minestrone, tranne che il primo e il settimo giorno, va mangiato una sola volta; non è necessario, però, assumerlo nel pasto indicato. Si può, infatti, invertire la cena con il pranzo e viceversa.
Quando nello schema del regime di mantenimento non è indicata alcuna quantità accanto agli alimenti vuol dire che questi possono essere assunti liberamente, senza alcun limite di quantità. Quando le dosi sono indicate, invece, si riferiscono all'alimento crudo e vanno rispettate scrupolosamente.

PRIMO GIORNO
Colazione: caffè o tè; frutta a scelta eccetto banane e uva; 2 fette biscottate con 2 cucchiaini di marmellata senza zuccheri aggiunti
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: minestrone; peroni arrosto o bietole al one; 100 g di pane
Merenda: spremuta di agrumi
Cena: minestrone; zucchine o carote lesse; 100 g di pane

SECONDO GIORNO
Colazione: caffè o tè; 2 fette biscottate con 2 cucchiaini di marmellata senza zuccheri aggiunti
Spuntino: spremuta di agrumi
Pranzo: minestrone; verdura a scelta tra bietole, cicoria, indivia, broccoletti, radicchio verde, spinaci; 100 g di pane
Merenda: succo di frutta senza zuccheri aggiunti
Cena: 200 g di legumi (piselli, fagioli, ceci o lenticchie) oppure 200 g di alimenti a base di soia (spezzatino, bistecca, tofu); verdura a scelta tra bietole, indivia, broccoletti, radicchio, spinaci; 100 9 di pane

TERZO GIORNO
Colazione: tè o caffè; frutta a scelta eccetto uva e banane; 2 fette biscottate con 2 cucchiaini di marmellata senza zuccheri aggiunti
Spunfino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: minestrone; verdure a scelta tra carote, carciofi, zucchine, peperoni grigliati o al vapore
Merenda: spremuta di agrumi
Cena: zuppa di farro o di orzo oppure polenta condita con pomodoro fresco e aromi oppure insalata preparata con mais, carote, lattuga, radicchio, rughetta, cipolle; verdure grigliate o al vapore, a scelta tra carciofi, biete, zucchine, peperoni

QUARTO GIORNO
Da questa giornata in poi si introducono, per cucinare o condire, 2 cucchiaini
di olio extravergíne di oliva al giorno
bere 1-1,5litri di acqua oligom~nerale
Colazione: cappuccino preparato con 200 ml di latte scremato; 2 fette biscottate con 2 cucchiaini di marmellata senza zuccheri aggiunti
Spuntino: 200 g di yogurt magro
Pranzo: frittata preparata con 2 uova e carciofi; verdure a scelta tra lattuga, indivia, scarola, rughetta, insalata belga, cipolle; 50 g di pane
Merenda: tè o caffè
Cena: minestrone; verdure a scelta tra lattuga, indivia, scarolo, rughetta, insalata belga, cipolle; 50 g di pane

QUINTO GIORNO
Bere 1-1,51ítri di acqua oligominerale
colazione: caffè o tè; frutta a scelta tranne uva e banane
Spuntino: spremuta di agrumi
Pranzo: 250 di seppie oppure 250 g di calamari reparati con pomodoro esco; verdure a scelta tra bietole, cicoria, indivia, broccoletti,radicchio verde, spinaci
Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: minestrone; 200 g di pesce (orata, spigola, rombo, merluzzo, spigola) al forno o al cartoccio; 50 g di pane

SESTO GIORNO
Bere 1-1,5litri di acqua oligominerale
Colazione: caffè o tè; frutta a scelta tranne uva e banane
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: 200-300 g di carne a scelta fra bistecca di manzo, di maiale, di vitello oppure spezzatino di pollo o di tacchino; verdure al vapore, a scelta tra finocchi, carote, zucchine; 50 g di pane
Merenda: spremuta di agrumi
Cena: minestrone; 100 g di prosciutto crudo magro oppure di bresaola; 50 g di pane

SETTIMO GIORNO
Colazione: tè o caffè; 2 fette biscottate con 2 cucchiaini di marmellata senza zuccheri aggiunti
Spuntino: spremuta di agrumi
Pranzo: 180 g di pasta con verdure a piacere; verdure crude o cotte, a scelta tra barbabietole rosse, asparagi, cavolfiore, broccoli verdi,cetrioli, rapanelli Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: 200 g di pizza marinara o vegetariana senza mozzarella; verdure cotte, a scelta tra broccoli, barbabietole, asparagi, cavolfiore

Fonti: http://www.elettroshop.net/elettrostimolatori-shop/cat080_p4.htm

mercoledì 5 maggio 2010

Giornata nazionale della bicicletta a Torino


Domenica 9 maggio si svolgerà la prima edizione della “Giornata Nazionale della Bicicletta”. Un’occasione per percorrere la città in bicicletta, mezzo ecologico e non inquinante sono previste iniziative ed eventi che si svilupperanno in Piazza San Carlo e al Parco Ruffini. Per maggiori informazioni basta collegarsi al sito del comune di Torino all'indirizzo diretto:

http://www.comune.torino.it/ambiente/news/9-maggio-2010---giornata-nazionale-della-biciclett.shtml

Tra le varie iniziative ho trovato molto carino lo Stand per la Marchiatura della bicicletta: incisione sul telaio di un codice per renderla identificabile e “In bici ci piace” mostra fotografica sul mondo della bicicletta e sulla bicicletta nel mondo...^_^

Ridere fa bene!


"Allegria", questo d'ora in poi sarà il motto del benessere! E' la conclusione di una serie di studi compiuti da Lee Berk dell'università di Loma Linda in California (USA), il quale ha scoperto che ridere fa bene come il fitness e l'attività fisica, riduce gli ormoni dello stress, aiuta il sistema immunitario, abbassa la pressione e il colesterolo e stimola l'appetito. Molto meno faticoso di qualsiasi altra attività fisica! Inoltre proprio per la sua caratteristica di aumentare l'ormone dell'appetito, la grelina, e ridurre l'ormone spezzafame, la leptina, ridere ripetutamente potrebbe essere utile specialmente per una serie di malattie in cui l'appetito si riduce.